Recensione

Questo è il primo libro di esordio dell’Instagram influencer Ludovica Bizzaglia.
Il libro si chiama abbi cura di splendere.
In tanti, seguendo Ludovica su Instagram, oltre che al cinema, sono rimasti incuriositi rispetto alla sua prima fatica letteraria.
Nel libro nulla è lasciato al caso, a partire dagli elementi che troviamo in copertina.
Sono dettagli che ci svelano già quello che troveremo all’interno, in modo intrigante.
Quello di Ludovica è infatti un romanzo di formazione, vi sono tematiche sociali importanti tra cui : -l’adolescenza,
-i primi amori,
-l’amicizia,
-il bullismo,
-le malattie dovuti ai disturbi alimentari
-l’omofobia.
Una lettura che con leggerezza, riesce ad entrare nel profondo di ognuno di questi temi.
La lettura è davvero fluida e scorrevole.
Per tutto il romanzo capiremo che quando tutto pare sprofondare, nel buio più accecante, c’è sempre un raggio di luce.
La scrittura è genuina e diretta.
Luce, la protagonista del libro, si illude, costruendosi un mondo tutto suo, fatto della sua più grande passione la fotografia, di vivere indifesa, ma purtroppo il mondo esterno, arriva sempre a farci confrontare con la vita.

Vorrebbe poter controllare tutto così come controlla tutto quando fa una foto, ma nella vita non è possibile, se non si sa come fare.
Luce ha un ragazzo, Matteo, che però, non la ama, in quanto non la ascolta, elemento fondamentale nel vero amore.
La protagonista è forte e combatte per difendere Fyll , un suo amico gay, dal bullismo e finisce anche lei vittima di cyber-bullismo, in una gioventù fatta di piccole bassezze umane e grandi valori come l’amicizia.
Come tutte le adolescenti è presa dall’enigma del bene e del male, fino all’incontro del ragazzo con l’aquilone rosso, che fotografa una prima volta, per poi reincontrarlo in una seconda occasione. Sarà lui a farle da mentore.
Luce capirà quanto anche lei ha bisogno di amore, anche per le sue lotte.
Prenderà in mano la sua vita, essendo artefice del suo destino.

Torna in alto